Bruno Grossi
Primo Flauto
dell'Orchestra della Svizzera Italiana

 
Bruno Grossi ha studiato con A. Jaunet a Zurigo, con M. Larrieu a Ginevra (1984-1986), conseguendo, a soli 21 anni, il Premier Prix de virtuosité du Conser-vatoire, prosegue gli studi con P.-L.Graf a Basilea completando l'iter per i diplomi svizzeri Lehrdiplom e Konzertreifediplom; si è quindi perfezionato con A. Nicolet.
Ha vinto il Primo Premio all'unanimità al Concorso internazionale J.-P.Rampal di Parigi, il PrimoPremio al Concorso internazionale "Interart" di Budapest, il Primo Premio a due edizioni finali del Concorso Svizzero della Gioventù, il Primo Premio al Concorso nazionale di Riddes, il Primo Premio al Concorso internazionale di Stresa, il secondo Premio e il Premio speciale della giuria al Concorso di musica da camera di Martigny, il Regioförderpreis della Città di Basilea, la borsa di studio dell'Associazione dei musicisti svizzeri, il premio della Fondazione Crescendo di Budapest. Ha collaborato come primo flauto con l'Orchestra del Teatro alla Scala, l'Orchestra della Ton-halle di Zurigo, l'Orchestra di Radio Basilea, l'Orchestra del Capitole di Toulouse. Come solista si è esibito in numerosissimi Festival e con le principali orchestre europee. Ha inciso per Cascavelle, Jecklin, Forlane, Falaut Collection. Ha curato molte prime esecuzioni di opere flautistiche, fra le quali l'incisione per la casa Jecklin del brano "Derrière son double" per flauto e orchestra, brano dedicatogli dal compositore S. Menozzi, inciso come solista accompagnato dall'OSI. In ambito didattico ha insegnato al Conservatorio di Basilea. È stato assistente di M. Larrieu alla classe di virtuosità del Conservatorio di Ginevra, assistente semestrale di Jean-Michel Tanguy alla Musikhochschule di Mannheim. È invitato con regolarità quale docente ospite nei principali Conservatori italiani. Ha tenuto corsi di perfezionamento all'Académie d'été di Nizza e all'Istituto musicale di Ancona, oltre che al Castello di Arco a Trento.